Sotto-categorie


 

Tutti   0-9   A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Copertura del terreno

La copertura (bio) fisica osservata della superficie terrestre. Le classi principali nella nomenclatura della copertura del suolo LUCAS sono le seguenti (http://ec.europa.eu/eurostat/ramon/other_documents/lucas/index.htm): terreno artificiale, terreno coltivato, bosco, arbusto, pascolo, bareland, acqua , zona umida.

Presa di terra

Aumento delle aree di insediamento nel tempo. Questo processo include lo sviluppo di insediamenti sparsi nelle aree rurali, l'espansione delle aree urbane attorno a un nucleo urbano (inclusa l'espansione urbana incontrollata) e la conversione del terreno all'interno di un'area urbana (densificazione).

Uso del suolo

Lo scopo socio-economico del territorio. Le classi principali possono essere trovate nella nomenclatura dell'uso del suolo LUCAS (http://ec.europa.eu/eurostat/ramon/other_documents/lucas/index.htm). Ci concentriamo sull'agricoltura.

Frana

Un termine generale per a movimento di massa morfologia del terreno e un processo caratterizzato da un trasporto in discesa da moderatamente rapido a rapido (maggiore di 30 cm all'anno) per mezzo di sollecitazioni gravitazionali, di un ammasso di roccia e regolite che può o non può essere saturo d'acqua.

lisciviazione

Rimozione di materiali solubili da una zona all'altra del suolo tramite movimento dell'acqua verso il basso nel profilo.

Lichene

Un composto di funghi che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana per poi alghe or cianobatteri. funghi catturare e coltivare organismi fotosintetici che insieme forniscono l'acqua e le sostanze nutritive necessarie. Le specie di licheni si presentano in molti colori tra cui nero, marrone, verde oliva scuro, rosso, giallo e bianco.

La lignina

Un composto difficile da degradare che fa parte di struttura di piante più vecchie o legnose. Gli anelli di carbonio nella lignina possono essere degradati da pochi funghi.

epatiche

Piccole piante non vascolari.

Unità di bestiame (L (S) U)

Un'unità di riferimento che facilita il aggregazione di capi di bestiame di varie specie ed età come da convenzione, mediante l'utilizzo di coefficienti specifici stabiliti inizialmente sulla base del fabbisogno nutritivo o alimentare di ciascuna tipologia di animale (vedi tabella sottostante per una panoramica dei coefficienti più comunemente utilizzati). L'unità di riferimento utilizzata per il calcolo delle unità di bestiame (= 1 LSU) è l'equivalente al pascolo di una vacca da latte adulta che produce 3 000 kg di latte all'anno, senza alimenti concentrati aggiuntivi. LU

Loess

Materiale trasportato e depositato dal vento e costituito da particelle prevalentemente limose, che formano importanti terreni fertili.

Mostra #