Jane Mills - WP8

Jane Mills - WP8

Campo Solør T. Seehusen NIBIO

 

Negli ultimi quattro anni, ricercatori e consulenti agricoli di SoilCare hanno esaminato che tipo di misure sono necessarie per rendere l'agricoltura europea più sostenibile. L'obiettivo è trovare soluzioni adatte alle condizioni climatiche e del suolo locali e alla situazione socio-economica.

popolazione sta aumentando. Esercita anche pressione sulle aree territoriali in diversi paesi europei, con l'aumento della produzione alimentare sulle aree territoriali in declino. Per prevenire l'impoverimento del suolo, devono essere messe in atto misure locali che contribuiscano a un'agricoltura più sostenibile.

Nel progetto di ricerca europeo SoilCare, i ricercatori lavorano da diversi anni per trovare soluzioni alle sfide che devono affrontare le nostre risorse terrestri. "Gran parte della pratica agricola odierna va oltre il struttura del suolo e la composizione del suolo, che a sua volta si traduce in una riduzione qualità del suolo", afferma Jannes Stolte, responsabile del dipartimento di NIBIO e responsabile del progetto SoilCare dalla parte norvegese. "Cambiando il modo in cui operiamo il suolo, possiamo fermare il deterioramento di qualità del suolo. Questo è assolutamente cruciale se vogliamo essere in grado di mantenere, e preferibilmente anche aumentare, la futura produzione alimentare".

 

Piante in cattività per migliorare la qualità del suolo


In Norvegia, NIBIO, in collaborazione con il Norwegian Agricultural Advisory Service (NLR East), ha esaminato il modo in cui le colture intercalari seminate in pieno campo possono contribuire ad aumentare il contenuto di carbonio e qualità del suolo. Prove sul campo per scoprire se piante diverse con i loro sistemi di radici possono dissolversi compattazione del suolo sono stati effettuati anche danni.

IMG_20201105_113153.jpg

Il ricercatore NIBIO Frederik Bøe è responsabile degli esperimenti di crescita della cattura. Dice che le colture intercalari sono state viste a livello internazionale principalmente per ridurre l'azoto deflusso. Questo perché le colture intercalari che crescono durante l'autunno assorbono l'azoto che viene rilasciato dal terreno dopo il raccolto. "In Norvegia, anche le colture intercalari sono considerate una misura importante contro il fosforo legato alle particelle deflusso, poiché le piante proteggono la superficie del suolo e le radici contribuiscono a mantenere il terreno più stabile rispetto a quando è nudo", afferma.   

Nel contesto SoilCare, Bøe ha, tra le altre cose, studiato se le colture intercalari seminate in aree con molti campi aperti possono anche aumentare il contenuto di carbonio del suolo e contribuire a migliorare qualità del suolo. "Le piante in cattività aggiungono biomassa al suolo, e quindi contribuire ad aumentare sequestro del carbonio. La maggiore disponibilità di residui vegetali può aumentare l'attività dei microrganismi che vivono nel suolo, che a loro volta possono fornire una migliore struttura del suolo e un maggiore rilascio di nutrienti alle piante", afferma.

Tra le colture intercalari seminate nel campo sperimentale a Øsaker, il capelin, lo loietto e il trifoglio hanno dato risultati migliori. 

IMG_20190805_124425.jpg


Condizioni meteorologiche difficili durante il periodo di prova

Durante il periodo del progetto, Bøe e NLR Øst hanno effettuato un piccolo esperimento di percorso per la crescita delle catture in corso a Øsaker in Østfold. Si è rivelato difficile stabilire una buona copertura per la crescita delle catture nell'area, soprattutto a causa del caldo insolito e delle condizioni di siccità nell'estate del 2018.

"Oltre alle variazioni del tempo, l'insediamento e lo sviluppo delle colture intercalari sono stati influenzati negativamente sia dalle erbe infestanti che dalle sfide pratiche che derivano da un'area sperimentale così piccola", afferma Bøe. Tra le colture intercalari seminate, capelin, loglio e trifoglio hanno fatto meglio. Tuttavia, il periodo di siccità sembrava avere un effetto negativo sia sul suolo che sull'ambiente acquatico.  "Poiché la crescita delle piante è stata generalmente scarsa, potrebbe aver portato a una riduzione del livello di carbonio nel campo sperimentale a causa di un piccolo apporto di carbonio al suolo attraverso il materiale vegetale", spiega Bøe. "Inoltre, abbiamo visto un eccesso di nutrienti nel terreno a causa del fertilizzante non essere assorbito dalle piante, il che rappresenta un potenziale rischio per l'ambiente acquatico circostante". Il ricercatore sottolinea che, anche se hanno avuto problemi a stabilire una copertura sufficiente per la crescita delle catture nell'area sperimentale, questo non sembrava essere un problema altrettanto grande per gli allevamenti vicini con una crescita delle catture. "Molti degli allevamenti hanno raggiunto la copertura della crescita delle catture negli anni successivi alla siccità del 2018. Il fatto che abbiamo avuto una crescita così scarsa nell'area sperimentale è probabilmente in parte dovuto al fatto che l'area che abbiamo utilizzato era piuttosto piccola", ha dice.

  

Imballaggio danneggiato cingoli Solør 2015 T. Seehusen NIBIO.JPG

 

Le radici delle piante possono alleviare la compattazione del suolo


coltivazione in condizioni sfavorevoli può portare a compattazione del suolo, che a sua volta può portare a una riduzione infiltrazione di acqua, superficie aumentata deflusso, Più erosione e condizioni peggiori per la crescita delle piante. Questa è una sfida in continua crescita, soprattutto in Norvegia, dove il cambiamento climatico porta a temperature più calde con di più precipitazione. "Oltre a trovare la migliore pratica possibile per evitare compattazione del suolo e aumentare la stabilità del suolo per rendere il suolo meno sensibile, è importante vedere se è possibile dissolvere l'esistente compattazione del suolo dove il danno si è già verificato", afferma il ricercatore NIBIO Till Seehusen.

In collaborazione con NLR Øst, ha condotto esperimenti per trovare metodi per la risoluzione compattazione del suolo danno. Sulla base di un precedente esperimento di pacchetto del 2015 a Solør-Odal, a nord di Kongsvinger, ha costruito rotte nel 2017 con diversi cambiamenti di crescita. I cambiamenti di crescita includevano l'orzo monocoltura, rotazione delle colture con colza e grano, e percorsi con i pidocchi delle erbe perenni. "L'apparato radicale di rape e pidocchi può in teoria aiutare a sciogliere il struttura del suolo, in modo che l'acqua si infiltri più facilmente e il grano abbia migliori condizioni di crescita. Non abbiamo analizzato completamente tutti i dati, ma i risultati preliminari mostrano che i pidocchi hanno funzionato abbastanza bene, mentre la crescita dell'olio delle rape non ha avuto l'effetto sperato", afferma il ricercatore.

Per quanto riguarda l'esperimento di crescita delle catture, insolitamente secco stagione di crescita nel 2018 seguito dall'inizio dell'estate estremamente piovoso del 2019 è stato impegnativo. "La segale è relativamente robusta e ha anche un apparato radicale ampio ed efficiente se è stabilita correttamente. Sfortunatamente, la struttura non è andata esattamente come sperato. Ciò è dovuto alle stagioni speciali con tempo variabile, ma anche che il stagione di crescita sembra semplicemente essere troppo corto per le rape a Solør-Odal", afferma Seehusen.  Il fatto che il percorso sperimentale sia stato visitato anche da alci non ha migliorato la situazione. "In aree sperimentali così piccole, è piuttosto importante quando un enorme alce attraversa il campo sperimentale", afferma Seehusen.

Più promettenti sono le sperimentazioni con il Lucerna, in corso ormai da quattro anni. "L'erba medica ha avuto tutto il tempo per affermarsi e sviluppare il sistema radicale, e abbiamo ottenuto una crescita molto buona", afferma Seehusen. "È molto divertente scavare nel campo di erba medica. È cresciuto con radici forti, sia verso il basso che in larghezza".  Secondo il ricercatore, l'apparato radicale dell'erba medica ha avuto un buon effetto sul struttura del suolo. Le radici sono penetrate nel terreno compattato e si sono formate poro. Questi conferiscono al terreno una migliore conduttività dell'acqua e possono aiutare la crescita di piante successive come il grano. "Il piano ora nel 2021 è quello di indagare sugli effetti collaterali di come il terreno disciolto che è stato dissolto funziona per il grano", dice Seehusen. " Tuttavia, è un piccolo intoppo", aggiunge: "In Norvegia, Lucerna non ha molto valore di mercato oltre a quello di mangime per cavalli".

Anche se l'erba medica dal punto di vista della ricerca sembra essere un successo nel risolvere i danni alle parcelle, può essere costoso per gli agricoltori coltivarla in quanto non sono autorizzati a utilizzare la terra per nient'altro mentre è in crescita. Detto questo, non ci sono molti costi associati alla realizzazione effettiva della crescita. Oltre a concimare con il rizobio batteri nella prima stagione cresce da solo, sottolinea il ricercatore. L'erba medica, con le sue forti radici, ha avuto un buon effetto sul struttura del suolo.


La redditività è qualcosa di più del volume di produzione

Quando si valutano misure sostenibili rispetto ai costi, entrano in gioco molti fattori. Una cosa certa, e di cui SoilCare è particolarmente preoccupata, è che l'aumento dei costi non deve andare oltre l'agricoltore.

"La domanda di alimenti di alta qualità, che non influiscano negativamente sull'ambiente, è in aumento. Dobbiamo trovare modi per mantenere una produzione sostenibile proteggendo le nostre risorse territoriali e mantenendo la redditività complessiva", afferma Rudi Hessel dell'Università di Wageningen nei Paesi Bassi e project manager per SoilCare.

La redditività di cui parla Hessel va oltre il semplice volume di produzione. "La redditività non riguarda solo il denaro, ma è un equilibrio tra entrate e spese. Se possiamo ridurre i costi di produzione alimentare per l'ambiente, ad esempio utilizzando meno fertilizzante e prodotti chimici, la redditività complessiva della società nel suo insieme aumenterà, anche se il livello di produzione potrebbe diminuire leggermente", afferma. "L'Europa può permettersi un piccolo calo della produzione agricola, ma non deve avvenire a spese degli agricoltori. Gli agricoltori devono semplicemente ottenere un prezzo migliore per i loro prodotti", aggiunge.

 imballaggio del terreno a seehusen.jpg

Foto sopra: Il ricercatore Till Seehusen in NIBIO ha condotto diversi studi sulle conseguenze di compattazione del suolo. In SoilCare, indaga se le crescite con sistemi di radici forti possono contribuire a risolvere i danni alla confezione. 

Foto: Frederik Bøe, Till Seehusen, Jon Schärer, To Seehusen

Link all'articolo originale in norvegese.

Martedì, Settembre 01 2020 15: 19

Gestione della tratta

La gestione della tratta può ridurre al minimo i rischi di compattazione del suolo e erosione riducendo il peso e / o la frequenza dei macchinari che attraversano il suolo. 

I potenziali modi di gestire il traffico includono la modifica delle dimensioni dei macchinari, la regolazione della pressione dei pneumatici, la perforazione attraverso i pendii, il mantenimento delle attrezzature fino alle coltivazioneed evitare il traffico durante i periodi di pioggia.  

 

 Titolo  Lingua  Tipo di risorsa  Link alla risorsa
Una guida al taglio della compattazione (attraverso il traffico gestito) EN Guida in linea https://soilandwater.org.uk/Guide-to-cutting-compaction
Sito web informativo su traffico controllato agricoltura  EN  Sito web  http://www.controlledtrafficfarming.com/WhatIs/What-Is-CTF.aspx 
Traffico controllato agricoltura: che cos'è CTF e come implementarlo nella propria azienda agricola EN Video https://www.youtube.com/watch?v=UHbAZivTCLo

 

Il progetto SoilCare sta sviluppando una serie di scenari futuri con l'obiettivo di identificare diversi percorsi per l'agricoltura europea, da qui al 2050, che aiuteranno a supportare lo sviluppo di politiche a prova di futuro. Il processo di sviluppo dello scenario intende fornire un contributo nei seguenti modi:

  • sviluppare scenari in grado di testare l'efficacia delle politiche proposte e da utilizzare nella progettazione delle politiche
  • consentire l'apprendimento sociale e aumentare la capacità strategica quando si considerano alternative politiche e futuri incerti
  • aumentare la comprensione di futuri difficili in cui operare e trovare modi per agire ora contro questi futuri

È possibile trovare una panoramica dell'approccio adottato per sviluppare questi scenari per saperne di più, clicca qui. Ad oggi, sono state sviluppate le seguenti 4 bozze di scenari.

Quattro scenari

 

Di seguito è possibile trovare una descrizione e un video che forniscono i dettagli di ogni scenario.

 Scenario 1: locale e sostenibile (per chi se lo può permettere) Descrizione dello scenario 1  SoilCare Scenario1 vetrino di copertura
 Scenario 2: sotto pressione  Descrizione dello scenario 2   SoilCare Scenario2 diapositiva di copertina1
 Scenario 3: corsa al ribasso  Descrizione dello scenario 3

  SoilCare Scenario3 vetrino di copertura

 Scenario 4: cura e condivisione  Descrizione dello scenario 4

  SoilCare Scenario4 diapositiva di copertina3

 

 

La bozza degli scenari è stata presentata in un webinar il 23 aprile 2020 in cui ai partecipanti è stato chiesto di fornire un feedback su ogni scenario al fine di svilupparli ulteriormente. Le presentazioni del webinar possono essere trovate qui (Introduzione al webinar e Approccio e scenari) e una registrazione del webinar per saperne di più, clicca qui.

Stiamo ancora raccogliendo feedback su questi scenari per migliorarne il contenuto e la pertinenza e per assicurarci di ricevere feedback da una gamma più ampia possibile di persone in diversi settori. 

Aiutaci fornendo il tuo feedback nel modulo per saperne di più, clicca qui.

 

 

 

Mercoledì, Aprile 08 2020 20: 50

Articoli multimediali

Paese / tipo di supporto Titolo con link Tipo di origine Data
 Belgio      
 Articolo Effectief werken aan dem bodemkwaliteit

 Rivista di gestione e tecnologia

 26.05.18
 Articolo SoilCare prova bodemverbetering tramite teelttechnieken  Centro nazionale di informazione per l'agricoltura  05.12.17
 Articolo SoilCare: voor rendabele en duurzame gewasproductie in    
Martedì, 31 marzo 2020 12: 47

Brief sulle politiche

Brief sulle politiche

Il progetto SoilCare ha prodotto una serie di riassunti concisi su particolari questioni legate al suolo identificate nel progetto con alcune raccomandazioni per le opzioni politiche. 

 Informativa breve1 copertina anteriore

 Politiche per la salute del suolo per la PAC e le direttive agroambientali

   
   
   

Oggi (5 dicembre) è la Giornata mondiale del suolo, una giornata per celebrare e sensibilizzare sull'importanza dei nostri terreni. Qualità del suolo in tutto il mondo è in declino, il che è estremamente preoccupante dato che abbiamo bisogno del suolo per coltivare il nostro cibo. Attualmente, oltre il 33% dei nostri suoli globali è già degradato e il tasso di degrado sta accelerando. Gli agricoltori possono migliorare il loro suolo aumentando la loro redditività? Questa è una domanda che ha lasciato perplessi gli scienziati del progetto di ricerca SoilCare negli ultimi quattro anni.

SoilCare ha identificato pratiche che potrebbero trasformare la capacità dell'agricoltura di migliorare la salute del suolo. Ad esempio, i trucioli di legno ottenuti da prodotti di scarto dell'azienda, come i tagli di siepi, aggiunti al materia organica, suolo biodiversità e nel complesso qualità del suolo. I risultati preliminari del Belgio suggeriscono che l'applicazione di trucioli di legno può trattenere l'azoto nel suolo, il che significa che viene lisciviato meno acque sotterranee come inquinamento, pur mantenendo i rendimenti.
Ha detto la dottoressa Annemie Elsen della Bodemkundige Dienst van België

“I trucioli sembrano avere il potenziale non solo per migliorare qualità del suolo, ma riduce anche il rischio di nutrienti come l'azoto lisciviazione dal suolo e fornire valore a quello che è essenzialmente un prodotto di scarto della gestione di siepi e alberi, che potrebbe aumentare i profitti degli agricoltori ”.

Un'altra pratica in fase di sperimentazione in Portogallo è l'uso di legumi, come il lupino giallo e il trifoglio cremisi, come concimi verdi. Queste piante vengono coltivate dopo un raccolto commerciale e incorporate nel terreno poco prima della semina delle colture successive. Non solo questi legumi producono bellissimi fiori che attirano gli impollinatori, ma aggiungono anche azoto al terreno e sopprimono le erbacce, il che riduce la necessità di acquistare e applicare costosi fertilizzanti ed erbicidi.
Il coordinatore del progetto Dr Hessel con sede presso Wageningen Environmental Research ha detto;

“Lavorando a stretto contatto con agricoltori e responsabili politici durante tutto il progetto, si spera che le promesse redditizio le pratiche identificate entro la fine del progetto saranno rapidamente adottate dalla comunità agricola, portando in ultima analisi a una migliore salute del suolo e tutti i relativi benefici, come cibo migliorato, protezione dalle inondazioni e stoccaggio del carbonio ".

finisce:

 

Frederik presenta i risultati del sito di studio Øsaker. Credito fotografico: Kamilla Skaalsveen

Il 4 ° workshop delle parti interessate norvegesi si è svolto presso l'ufficio di NIBIO a Oslo il 13 marzo 2019. Hanno partecipato dodici persone tutte insieme; cinque da NIBIO e sette stakeholder esterni. Questi includevano agricoltori, il capo del consiglio della National Farmers Union, rappresentanti del servizio di consulenza e un rappresentante della Royal Norwegian Society for Development.

Il workshop è iniziato con un'introduzione della ricercatrice Kamilla Skaalsveen e una presentazione del progetto SoilCare di Jannes Stolte come promemoria generale e aggiornamento sullo stato di avanzamento del progetto dall'ultimo incontro delle parti interessate. Frederik Bøe e Till Seehusen hanno poi fornito un aggiornamento dai due siti di studio (Solør-Odal e Øsaker) per informare i partecipanti sulle attività e sui risultati del 2018 e sui piani sperimentali per il 2019.

Ai partecipanti è stato chiesto di descrivere il SICS testato nei siti di studio norvegesi (colture di copertura in generale e colture di copertura per alleviare la compattazione) e i benefici / impatti attesi. Alcuni di questi includevano l'ottenimento di sussidi, il miglioramento del rendimento tramite input azotato e sia la riduzione dei costi che l'aumento del reddito di conseguenza, nonché il miglioramento qualità del suolo e stoccaggio del carbonio. I rischi erano associati alla concorrenza tra le colture di copertura e la coltura principale, all'aumento di parassiti e malattie e alla necessità di applicare il glifosato per eliminare le colture di copertura.

Il sito di studio tedesco presso la fattoria di ricerca di Tachenhausen sta studiando gli effetti del glifosato in a sistema di coltivazione con colture di copertura e lavorazione ridotta senza arare. L'uso del glifosato è attualmente molto dibattuto, con l'opinione pubblica che spinge verso il divieto di questo erbicida. Attualmente, poiché i sistemi di agricoltura conservativa convenzionale dipendono dall'uso di erbicidi per il controllo delle infestanti, è importante comprendere gli effetti del glifosato biologia del suolo. È anche importante sviluppare pratiche di gestione alternative per eliminarne l'uso nel caso in cui sia vietato. Questo conflitto illustra un problema strutturale comune dell'agricoltura nei paesi industrializzati, che richiede progetti di ricerca e gruppi di stakeholder per evitare polarizzazioni e dinamiche distruttive.Il sito di studio tedesco presso la fattoria di ricerca di Tachenhausen sta studiando gli effetti del glifosato in un sistema di coltivazione con colture di copertura e lavorazione ridotta senza arare. L'uso del glifosato è attualmente molto dibattuto, con l'opinione pubblica che spinge verso il divieto di questo erbicida. Attualmente, poiché i sistemi di agricoltura conservativa convenzionale dipendono dall'uso di erbicidi per il controllo delle infestanti, è importante comprendere gli effetti del glifosato biologia del suolo. È anche importante sviluppare pratiche di gestione alternative per eliminarne l'uso nel caso in cui sia vietato. Questo conflitto illustra un problema strutturale comune dell'agricoltura nei paesi industrializzati, che richiede progetti di ricerca e gruppi di stakeholder per evitare polarizzazioni e dinamiche distruttive.

Nell'esperimento sul campo i quattro trattamenti consistono in: colture di copertura e applicazione di glifosato, colture di copertura senza applicazione di glifosato, applicazione di glifosato senza colture di copertura e nessun glifosato senza colture di copertura. Tutti e quattro i trattamenti vengono replicati quattro volte (= 16 parcelle) su parcelle di 12 m².

DSC 0031 bassa risoluzione lunga

Il sito di studio del Portogallo ha tenuto una giornata porte aperte questo aprile per mostrare agli agricoltori locali i progressi delle loro prove SICS sui concimi verdi.

Concime verde

Un SICS include la crescita letame verde per guardare l'effetto su qualità del suolo ed è stato accolto particolarmente bene dagli agricoltori e dai tecnici. L'Open Day è stato perfettamente programmato per la piena fioritura dei legumi, che ha suscitato una reazione molto entusiasta da parte dei partecipanti. È stato suggerito che oltre a monitorare il cambiamento in qualità del suolo, calcolare il rilascio di nutrienti dei legumi sarebbe una buona idea. Questo a sua volta aiuterebbe a calcolare solo la quantità necessaria di minerale fecondazione necessario per l'applicazione. La speranza sarebbe di tagliare sia i costi che la dipendenza dai prodotti chimici.

 Discussioni OPenDay

Dopo l'Open Day, è stato determinato il rilascio di nutrienti per 5 specie di legumi: pisello, lupino giallo, trifoglio rosso, trifoglio balansa e trifoglio foglia di freccia. Oltre a migliorare il SOC e il controllo delle infestanti, i concimi verdi forniscono una media del 35%, 25% e 100% dell'estrazione NPK del mais da granella. Un documento che pubblica questi risultati è stato recentemente pubblicato (settembre 2019) su una rivista tecnico-scientifica agricola nazionale.

Venerdì, Aprile 26 2019 11: 10

Nuovo opuscolo SoilCare per agricoltori

LibrettoCopertina

Un nuovo opuscolo SoilCare per gli agricoltori è stato prodotto dai partner del progetto dalla Francia. Il libretto intitolato, 10 pratiche comuni e il loro impatto dannoso sul suolo mira ad aiutare con 10 problemi comuni che spesso si verificano in azienda. Vengono identificati errori di gestione e vengono fornite soluzioni che vengono testate da agricoltori e ricercatori come parte del progetto SoilCare. I pratici suggerimenti hanno lo scopo di migliorare la qualità del suolo, risparmiare spese inutili e sviluppare la sostenibilità dell'azienda agricola.

Le 10 pratiche comuni sono riassunte come:

  • Effettuare osservazioni del proprio suolo a scala di parcella esclusivamente senza considerare il paesaggio e l'ambiente locale
  • Causare involontario compattazione del suolo da pratiche agricole inadeguate
  • Non applicare la calce
  • Arare il materia organica troppo profondamente
  • Memorizzazione letame in condizioni che consentono nutrienti lisciviazione
  • Lasciando terreno esposto in un campo nudo e incolto
  • Aratura materia organica appena prima della semina
  • Scommettere su un miracoloso ammendante
  • Compostaggio letame: una buona soluzione ma è meglio farlo rapidamente per evitare la perdita di nutrienti
  • Le tue osservazioni sul campo sono importanti: confrontale con i risultati di laboratorio

Il libretto può essere scaricato QUI

Pagina 1 di 8